APPROFITTA DELLA PROMO DI MAGGIO: ISCRIVITI ADESSO!

blog

Lezioni che possiamo imparare dalla natura

Yoga Academy

Condividi

Indice dei contenuti

Lo sapevi che la maggior parte delle persone passa il 90% della vita al chiuso?

Ormai ci sembra ovvio vivere così, abbiamo mille comodità nelle nostre case e una luce intensa che brilla tutte le volte che ci serve, ma…non è quella del sole.

La connessione tra uomo e natura è molto reale e lo è sempre stata, eppure ad oggi, la disconnessione tra la vita quotidiana e il mondo naturale è diventata reale. Abbiamo perso quasi completamente il contatto con la natura e questo ha davvero tantissimi effetti.

Hai mai pensato a cosa ci perdiamo passando tutto questo tempo al chiuso?

Credo davvero in quel detto che dice “La natura non è un posto da visitare, è la tua casa”. È davvero la nostra casa primordiale, è là che ci sono le nostre radici, è là che troviamo rimedi e soluzioni, ma anche saggezza, esperienza, conoscenza e intuizione che possono ispirare la nostra vita quotidiana e, senza dubbio, migliorarla.

Sai quante lezioni potremmo imparare della natura?

La natura è flessibile e resiliente

Ci sono delle caratteristiche che accomunano tutto ciò che ha vita in natura, fauna e flora, piante e animali. Due di queste caratteristiche sono proprio la flessibilità e l’adattabilità, caratteristiche davvero preziose che la aiutano e la sostengono.

Tutto ciò che esiste si adatta continuamente alle condizioni variabili e imprevedibili in cui si trova, mosso non solo da autoconservazione e riproduzione, ma anche da grande saggezza.

Queste stesse caratteristiche, flessibilità e fluidità, sono ciò che rende forti anche noi, se solo impariamo ad esserlo. La capacità di adattarsi e tenere ciò che è meglio per noi lasciando andare il resto è un’abilità importante.

È questo che permette alla natura di evolversi senza fermarsi.

La natura è in continua evoluzione: i giorni e i mesi si susseguono, le stagioni cambiano e tutto questo ha un effetto visibile in natura… Le foglie modificano i loro colori, i fiori si trasformano in frutti, alcuni animali dormono per tutto l’inverno e quando si svegliano è di nuovo primavera, un nuovo inizio.

Noi, invece, spesso ci aggrappiamo alle cose, vorremmo fermare il tempo o dilatarlo.

La possibilità straordinaria che abbiamo di cambiare il mondo con le nostre idee, di manipolarlo e adattarlo a ciò che vogliamo da un lato è una benedizione, ma talvolta non ci rende abbastanza consapevoli del fatto che tutto cambia, e che in questo processo continuo e inevitabile, noi non possiamo fare nulla tranne accogliere e fluire con esso.

Perché ci viene così difficile abbracciare il cambiamento anche quando lo desideriamo profondamente?

Forse perché il cambiamento ci ricorda che tutto è transitorio e tutto ciò che c’è adesso è destinato a trasformarsi in qualcos’altro o a svanire. Ma accettare il cambiamento, riuscirci davvero, ci rende più adattabili e questo ci dona libertà.

La natura conosce l’equilibrio

Tutti i processi che caratterizzano la danza della natura, aiutano a preservare il suo equilibrio, rendendo ogni habitat ideale ai suoi abitanti. Grazie ai suoi cicli, la natura riesce a bilanciare le sue tendenze costruttive e distruttive.

Come esseri umani e parte integrante della natura, anche noi abbiamo grandi potenzialità che oscillano tra l’essere costruttivi e creativi, e l’essere distruttivi. Il più delle volte, però, lasciamo troppo spazio al nostro lato distruttivo e ci impegniamo in azioni che sono dannose per noi, per gli altri, per tutto ciò che ci circonda e per la nostra terra.

Solo entrando in contatto con noi stessi, con la nostra intuizione e facendo un lavoro interiore, saremo in grado di comprendere i nostri valori e scopi, riconoscere le nostre emozioni e mantenere una vita equilibrata.

La natura è collaborativa

In natura, ogni singola particella fa parte di un sistema più ampio. Il mare è la somma di tante gocce d’acqua e ogni singola goccia è importante per rendere il mare quello che è.

E per gli esseri umani non è diverso. Nonostante questo, però, a volte ci sentiamo soli e questo ci rende tristi. Questo succede perché a volte dimentichiamo l’importanza del cooperare come fa la natura in modo spontaneo.

La nostra società attuale è basata molto sull’individualismo e in questa corsa al podio dimentichiamo quanto sia gratificante e bello collaborare e lavorare insieme.

In natura non ci sono linee rette e angoli

Tutto è un’onda, una curva, una strada tortuosa. I fiumi, i monti, le colline, gli alberi, i fiori, niente è rigido. Tutto va avanti e indietro, si sposta da una parte all’altra, assecondando un equilibrio perfetto fatto anche di stupende imperfezioni.

Non preoccuparti se la vita quotidiana sembra non avere ordine. Se provi una cosa e poi altre. Se ti sposti da una parte all’altra del mondo. Se sei indeciso sulla tua professione, sui tuoi rapporti personali, su ogni cosa.

Lasciati ispirare dalla natura e prova a fluire, a mantenere l’equilibrio semplicemente entrando nel flow della vita. Lascia che la vita scorra e accada, proprio come fa la natura.

Yoga Academy

Condividi

Pratica Yoga online con Yoga Academy

Inizia ora un percorso guidato con insegnanti qualificati .

Pratica Yoga
dove e quando vuoi

Con la scuola di Yoga pensata interamente per il web.

Emozioni-scomode-in-meditazione

Emozioni scomode durante la meditazione? Ecco come trasformarle in opportunità di crescita

La meditazione è spesso idealizzata e vista come un’esperienza pacifica e serena. Questo è vero, ma non è soltanto così. Per molti praticanti, può portare

Muladhara Chakra

Muladhara Chakra, il primo: cosa è, perché è importante e come si attiva

Sicuramente saprai che i Chakra sono i centri energetici del nostro corpo e il loro compito è quello di assorbire l’energia vitale per poi distribuirla

Sahasrara Chakra

Sahasrara Chakra: il settimo chakra o chakra della corona

Il Sahasrara è il chakra della liberazione, della conoscenza e della beatitudine. Non si trova nel corpo fisico, bensì al di sopra, sopra la testa.