APPROFITTA DELLA PROMO DI MAGGIO: ISCRIVITI ADESSO!

blog

  • Home
  • >
  • Chakra
  • >
  • Emozioni scomode durante la meditazione? Ecco come trasformarle in opportunità di crescita

Emozioni scomode durante la meditazione? Ecco come trasformarle in opportunità di crescita

Yoga Academy

Condividi

Indice dei contenuti

La meditazione è spesso idealizzata e vista come un’esperienza pacifica e serena.

Questo è vero, ma non è soltanto così.

Per molti praticanti, può portare alla superficie pensieri ed emozioni scomode e represse, rendendola anche difficile e impegnativa.

Questo lato della meditazione esiste e va affrontato per poter ricevere e godere dei benefici straordinari che questa pratica può offrire a tutti.

Meditazione e incontro con le proprie ombre

Ognuno ha un lato “oscuro” composto da aspetti di noi stessi che abbiamo evitato nel tempo, sia consapevolmente che inconsapevolmente e che non accettiamo o pensiamo che nessuno potrebbe mai accettare.

Queste parti più nascoste di noi possono facilmente emergere quando ci sediamo in silenzio e iniziamo a osservare i nostri pensieri ed emozioni senza distrazioni.

Possono essere vecchi traumi, rimpianti e insicurezze che abbiamo sepolto nel nostro inconscio.

Possono essere sentimenti di tristezza, rabbia, paura o ansia che sono stati a lungo soppressi.

Sono le nostre ombre. Tutti ne abbiamo una, e va benissimo così!

Carl Jung, noto psicoanalista, descrisse l’ombra come la parte oscura di ciascuno, composta da tutto ciò che non vogliamo essere o riconoscere in noi stessi​.

La meditazione può diventare un mezzo potente per riconoscere e affrontare anche questa parte di noi.

Quindi, quando questi pensieri ed emozioni vengono fuori, non sono segni di fallimento nella meditazione, ma piuttosto indizi che la mente sta lavorando per liberarsi da vecchi strati per fare emergere la luce.

Accogliere queste sensazioni con apertura e senza giudizio è fondamentale per il viaggio verso la nostra crescita interiore ed evoluzione.

È solo quando permettiamo a queste emozioni difficili di emergere, senza respingerle o reprimerle, che iniziamo a integrarle nella nostra consapevolezza.

Questo non solo aiuta a comprendere meglio se stessi e a conoscerci meglio, ma ci rende anche più empatici verso gli altri.

Qualsiasi pratica di meditazione ci insegna a osservare i nostri pensieri e sentimenti senza identificarci con essi. Allora, invece di vedere queste ombre come parti negative di noi stessi, possiamo iniziare a vederle come opportunità di crescita e trasformazione.

Questo cambiamento di prospettiva sarà utile a tutti, soprattutto a coloro che non vivono sempre piacevolmente la meditazione.

Come affrontare le nostre ombre

Ok, con la teoria ci siamo…
Ma in pratica cosa possiamo fare quando emergono le ombre?

Non sono rari i momenti in cui, durante la meditazione, si sente arrivare un’enorme ondata di ansia o un pianto incontrollabile.

Affrontare dolori e angosce mentre si medita può essere sfidante, lo so, ma non impossibile.

Utilizzando tecniche semplici per affrontarle, possiamo imparare a navigare attraverso queste esperienze in modo più confortevole.

Condivido qui con te alcuni dei modi secondo me più utili.

  • Respirazione consapevole: durante la meditazione, porta tutta la tua attenzione al flusso del respiro. Se noti che la tua mente inizia a vagare verso pensieri o emozioni difficili, gentilmente riportala al respiro.Fare questo non solo ti aiuta a rimanere ancorato al momento presente, ma crea anche uno spazio di calma e sicurezza in cui le emozioni possono emergere senza sopraffarti.
  • Body Scan (scansione del corpo): in generale, questa tecnica consiste nel portare l’attenzione a diverse parti del corpo, una alla volta, prendendo consapevolezza di qualsiasi sensazione presente. Il body scan aiuta a identificare tensioni fisiche​ e a lasciarle andare.Durante la meditazione, quando arrivano momenti più difficili, prendi coscienza del corpo, osserva dove senti tensioni o disagio, cerca di respirare in quelle parti del corpo, immaginando che il respiro possa sciogliere le tensioni.
  • Accettazione e non giudizio: quando emergono pensieri o emozioni scomode, invece di respingerle o cercare di cambiarle, osserva semplicemente la loro presenza. Ripeti a te stesso che è normale provare queste sensazioni e che fanno parte del viaggio.Immagina di accogliere queste emozioni come ospiti di passaggio, permettendo loro di andare e venire senza attaccamento. Questo atteggiamento di accettazione sviluppa una mente aperta e compassionevole, essenziale per una meditazione profonda e trasformativa.

Questi strumenti naturalmente saranno utili sia durante la meditazione che nella vita quotidiana. Utilizzare queste tecniche può aiutarti a mantenere la calma e la presenza anche nei momenti di stress quotidiano.

Ad esempio, quando ti trovi in una situazione stressante al lavoro o nella vita personale, puoi fare alcuni respiri profondi per centrare la mente e il corpo, o fare una breve scansione del corpo per rilasciare tensioni.

Conclusioni

Integrare queste pratiche non solo migliorerà la tua esperienza meditativa, ma ti aiuterà anche a vivere con maggiore consapevolezza e presenza.

Con il tempo, questa consapevolezza permetterà di affrontare le sfide della vita con maggiore calma ed equilibrio, di rispondere agli eventi della vita in modo più ponderato e meno reattivo migliorando le tue relazioni e la qualità della vita.

Puoi essere capace di affrontare e trasformare ogni emozione in un’opportunità di crescita. La meditazione è un alleato straordinario in questo straordinario viaggio verso la tua migliore versione.

Vai avanti con coraggio e scopri la straordinaria trasformazione che ti attende!

Yoga Academy

Condividi

Pratica Yoga online con Yoga Academy

Inizia ora un percorso guidato con insegnanti qualificati .

Pratica Yoga
dove e quando vuoi

Con la scuola di Yoga pensata interamente per il web.

Sahasrara Chakra

Sahasrara Chakra: il settimo chakra o chakra della corona

Il Sahasrara è il chakra della liberazione, della conoscenza e della beatitudine. Non si trova nel corpo fisico, bensì al di sopra, sopra la testa. 

Emozioni-scomode-in-meditazione

Emozioni scomode durante la meditazione? Ecco come trasformarle in opportunità di crescita

La meditazione è spesso idealizzata e vista come un’esperienza pacifica e serena. Questo è vero, ma non è soltanto così. Per molti praticanti, può portare

Muladhara Chakra

Muladhara Chakra, il primo: cosa è, perché è importante e come si attiva

Sicuramente saprai che i Chakra sono i centri energetici del nostro corpo e il loro compito è quello di assorbire l’energia vitale per poi distribuirla